venerdì, ottobre 26, 2007

un'altra puntata, questa triste.

dal blog di Mario (pensare in profondo) e di Korvo Rosso i due redattori dimissionari.
Se qualcosa inizia a capirsi, è sempre più complicato "comprendere e giustificare"
(in fondo i MIEI commenti)

Motivazioni e contro informazioni di un ex redattore non adatto a determinati progetti.
Tra le molte motivazioni (nobili/mobili) alla base del manifesto dei "volenterosi" (vi ricorda qualcosa?) per sviluppare Kilombo slow,che hanno colpito chi scrive, ci sono una serie di passaggi molto interessanti:

1-In questi giorni il progetto politico dell'Unione sembra, invece, alla corda. Il governo ha il fiato corto. A destra e a sinistra della coalizione governativa cresce la voglia di andare da soli. Alcuni non possono sentir parlare di Partito Democratico, altri non ne possono più della sinistra di lotta e di governo. Kilombo rischia di subire questa situazione e di implodere. Sarebbe un peccato, perchè è proprio nel momento in cui la sinistra "reale" si divide che bisogna fare valere le ragioni del dialogo riscoprendo il patrimonio storico e valoriale che ci accumuna . Questo compito è responsabilità anche nostra, la sinistra "virtuale". E', paradossalmente, nel momento di massima distanza politico-parlamentare che l'esperimento kilombista acquista significato e importanza non secondari. 2-Per prevenire l'implosione di Kilombo è cruciale riscoprire le ragioni del nostro aggregatore e farle diventare progetto politico (sebbene rigorosamente non partitico). Se vogliamo impedire che Kilombo si trasformi (o rimanga) una vetrina in cui prevalgono le ragioni della polemica fine a se stessa tra nemici su quelle del confronto fruttuoso tra compagni, dobbiamo dotarci di tutti gli strumenti, reali e virtuali, necessari. 3-Il loro scopo non deve essere quello di ricreare dal vivo o alla moviola l'atmosfera litigiosa e individualistica di kilombo .org. Le ragioni dell'associazione e di kilomboslow sono ben altre e altrettanto importanti. Sono le ragioni dello stare insieme a sinistra, nonostante parlamento e governo. Non dobbiamo, infatti, governare un paese, ma salvaguardare legami, contatti, spazi comuni.

A leggere questi punti uno immagina lo sforzo di creare un contenitore alternativo ad uno in cui le persone passano il loro tempo ad accapigliarsi, fatto da saggi , bravi e paludati signori.
La cosa più interessante è lo sforzo di individuare un percorso "aureo" in cui alcuni fanciulli, scevri delle tensioni dei poveri mortali, dibattono coscienziosamente di massimi sistemi e delle "ragioni" della sinistra accogliendo in modo un pò elitario compagni di viaggio .

Fin qui nulla di male, in fondo. Tra tanti che chiacchierano, qualcuno in più aumenta solo il rumore di sottofondo.

Se non ché ci passa sotto gli occhi questa mail, mandata alla redazione, di uno di questi virtuosi giovinotti che delinea molto bene cosa intendono i promotori (non i sottoscrittori che temo non conoscano gli scenari) per "confronto" e per "sinistra", Rigorosamente non partitica.

Questo il testo

"ho accorciato la maillist togliendo quelli che non hanno mai partecipato alle discussioni. se volete rimetterli fate pure.
mi pare che l'iniziativa abbia avuto un discreto successo e sta ora a noi non sprecarla. La non adesione di Valerio, Korvorosso (e altri compagni barricadieri) mi pare una indicazione positiva, forse abbiamo colto nel segno, e ci siamo fatti capire. Direi ora che possiamo pianificare i prossimi passi. Gli obiettivi sono due: un kilombo slow come luogo riflessione e un'associazione attiva.Il nostro primo asset è una lista di sottoscrittori, cioè di persone che condividono il nostro progetto. E' da loro che bisogna partire. Il secondo asset è kilomboslow aperto e in attesa di essere riempito di contenuti.Al momento ci sono 5 volontari per il comitato redazionale: titollo, supra, ciocci, grandangolo e me. se c'è qualcun'altro si accomodi pure. Bisognerà poi escogitare dei sistemi per il ricambio redazionale.Sui collegamenti con la redazione accolgo la mozione 3 di titollo.per l'associazione io non so veramente più che pesci pigliare. forse qualcuno si potrebbe fare carico di sentire tra i sottoscrittori se ce la voglia di organizzare un incontro. voi che dite? aloa"

Questo personaggio ha poi scritto una mail successiva per spiegare meglio.Per evitare ulteriore imbarazzo (all'imbecillità) per il momento ve la risparmiamo.

Guarda caso i promotori sono per la maggior parte"compagni" (tra loro affettuosamente si chiamano così durante qualche party) che orbitano, con tanto di dichiarazione, dalla parte del PD.Ed anche qui niente di male anche se, in sé, la cosa inizia a manifestare un certo odore. E pensare che c'è un adulatore dello spontaneismo della base.

La cosa che ci preme, compagni ed amici, è capire come faranno a conciliare, siffatti paladini della democrazia per pochi parenti, gli ideali con le vere intenzioni.Immaginiamo che chi ha scritto la mail capisca perfettamente il significato delle parole, sarebbe una cosa indecorosa stare qui a dire "no io, però intendevo un'altra cosa".Così come è strano che si abbia già la necessità di stare lì a cianciare sul significato vero del termine "laboratorio politico".
Noi dalla redazione siamo andati via subodorando che tanta precipitazione nel voler chiudere la questione Kilombo slow avesse altri intenti, e sarebbe cosa buona e giusta che qualcun altro riflettesse su quello che fa lì dentro. Così come l'autore della mail, in coscienza, dovrebbe dedicarsi al suo blog e maturare momenti diversi per proporsi come volontario.Volontari così è meglio che stiano a casa.Aspettiamo. Le questioni che porremo sono le stesse che abbiamo evidenziato quando eravamo lì e sulle quali per mesi nessuno si è espresso.pensavamo di avere delle idee da condividere, sul modo, per rendere il lavoro più fluido.Sembrava un argomento centrale, vista l'accelerazione degli avvenimenti. Bé, silenzio.
Aloa
********************
Bella roba...
(sembra la pianificazione della guerra in iraq)
********************

Quindi, (visto che sono la scema che per una domanda innocente ha visto saltare tutti sulle sedie...inspiegabilmente...), riassumo le puntate precedenti...ed a quella sopra, beh commentatevela da soli

Chiedo perchè la redazione non ha avvertito a quelli della ML che Kilomboslow, sarebbe dovuto partire e da solo, nonchè della richiesta di volontari (e perchè del primo che arriva)
Mi è stato ripetuto ad oltranza che la redazione non c'entra ma:
mail partono e arrivano da ks alla redazione (con anche soddisfazione perchè delle persone non accolgono il progetto, e qui mi fermo che non sono abituata a bestemmiare )
Mail redazionali dicono che la redazione ha inserito il primo redattore e si cercava un metodo -in redazione- per gli altri "volontari"
Si scrive "progetto politico" quando chiedi, perchè si sa leggere..."si ma come?"(sarà una domanda legittima se ti chiedono di aderire a qualcosa?) il "progetto politico sparisce, non esiste progetto politico.
Quando con un po' (minima minima) di logica fai notare che si fa politica e a mani larghe se non c'è un controllo redazionale minimo (qui c'è...è minimo minimo, no?) iniziano ad incazzarsi tutti. A me è stato ad esempio detto che "calpesto la democrazia"... (per una domanda di "miglioramento" del meccanismo)
Eppure delle domande sono comprensibili se un progetto parte via Mailing list per pochi. Nessuno (almeno io) contestava nulla ancora, erano solo domande
Solo che quelle domande hanno iniziato ad avere risposte contraddittorie. Il che significa che anche chi è nella Mailing list poco ne sa del tutto. Ho chiesto chiarezza (alla redazione, in kilombo slow e nei blog )
Nel frattempo, la redazione non c'entra ma due redattori (ed oggi siamo a tre) si dimettono.
due dei redattori oggi tirano fuori questa bella novità.
(intanto la redazione come al solito non ha avvertito delle dimissioni della terza)
due cose si possono fare:
mandare tutti a quel paese, visto che di ore di sonno, disponibilità e sforzi di mediazione sono sempre stati fatti e nelle condizioni peggiori, per cui ora mi girano le balle e non poco, e l'esistenza di kilombisti di serie A e di serie B non la ammetto (ed ora dite che sono del partito di Pieroni)
chiedere una seconda votazione per un emendamento che specifichi il metodo di elezione dei redattori (volontari) e il sacrosanto collegamento alla CARTA di kilombo ed alla redazione (eletta)
-perchè non "escogitarli subito dei meccanismi di cambio (ed inserimento ) redazionale"?
-perchè se i redattori sono 'volontari e al primo che arriva' (come mi è stato ripetuto ad oltranza, a me che non rispetto il collettivo e la democrazia) lo scrivente si preoccupa di cambiare i meccanismi (ed in privato?)
Facciamolo tutti insieme, visto che è previsto farlo, no?
Dopo tre giorni di domande e risposte, io alla mia convinzione ci sono arrivata, mia personale e frose sbagliata, ma sono iperconvinta: qualcuno, e non tutti (parecchi iscritti in ML non c'hanno capito niente nemmeno loro e io a quelle persone credo...anche perchè se le mail non girano per tutti gli iscritti ma sono tra tizio e caio...beh..o tutti gli iscritti hanno letto questa mail?) volevano prenderci per il culo. (vedi anche le contraddizioni, il silenzio redazionale al collettivo e TRE dimessi)
Con me non ci sono riusciti, e io al massimo non aderisco e cambio porto, ma parliamo di come rimettere in sesto la situazione, se vi va.
(intanto se ci sono altre puntate, per il bene del fegato, tiratele fuori tutte insieme, cosi' è uno stillicidio, almeno una si incazza subito e tutto insieme invece di fare la pirla in giro che "tenta di capire e non capisce" e tutti che dicono "ma è chiarissimo!"
Ora inizia ad esserlo.

una probabile (ma inconsapevole) barricadera
(che dirà mia mamma ora che m'ha tirato su educata e moderata???)
So' drammi!!! :D
besos rojos
ladytux


15 commenti:

falecius ha detto...

tutti gli iscritti hanno letto questa mail?

Io l'ho letta. E ho risposto con commento da Luca. Dopodiché, dalla ML, non mi pare di aver letto altro.

Valerio ha detto...

La butto lì: e se facessimo anche noi un nostro "kilombo slow" come risposta alla loro iniziativa???

Abdel Nur ha detto...

Dunque, capendoci poco, in generale, deduco di non essermi ancora mai iscritto alla mailing list. Infatti ho ricevuto solo l'email di redazione, che avvisava dei due dimissionari, ieri o ier l'altro.
Cercherò di provvedere all'iscrizione, così da seguir meglio la questione.

A margine: Valerio, servirebbe? ;)
Pace!

beffatotale ha detto...

Ciao Lady, io credo che la soddisfazione nei compagni barricaderi che non avevano aderito fosse dovuta, spero infondatamente, nella sensazione che fossero loro a non volere il dialogo a cui si poteva dare un'occasione in piu'. Sinceramente credo che vedere nella sterzata per KilomboSlow un golpe Piddino mi sembra un po' forzato. Sara' che non sono particolarmente furbo, ma io questo non ce lo vedo proprio.
Quello che e' successo e' che la maggior parte di chi ha ricevuto l'email non poteva sapere che tu stavi spingendo per far partire KilomboSlow sui temi della manifestazione del 20 (che tra l'altro mi sembra un ottimo tema per partire, e ti invito a scrivre il primo post slow "vero" poroprio su questo), e ci premeva soltanto far partire al piu' presto qualcosa di gia' deciso e fermo da mesi. E che ci sembrava ora quanto mai importante per darci un altro strumento di confronto e di dibattito.
Per quanto riguarda i volontari, anche qui non ci vedo nessun colpo di stato. Le modalita' sono quelle del documento gia' votato, di cui evidentemente non erano state ponderate bene le conseguenze.
Direi che la cosa migliore da fare e' partire col tuo post sul 20 e con il comitato editoriale dei volontari, intanto indire la votazione, e a regolamento modificato eleggere i 6. Io credo che in questa storia ci sia un sacco di mancata comunicazione, qualche pregiudizio da parte di tutti, e nessuna cattiva fede o nascosti propositi. Ma si sa che sono candido e ingenuo...

ladytux ha detto...

@beffatotale: tu stavi spingendo per far partire KilomboSlow sui temi della manifestazione del 20 (che tra l'altro mi sembra un ottimo tema per partire, e ti invito a scrivre il primo post slow "vero" poroprio su questo

no. io ho chiesto di far votare per un banner (con lo scopo di far discutere sull'argomento e punto, un banner che diavolo comporta nel mondo?)
LA REDAZIONE mi ha scritto (e non capisco perchè non ha avvertito TUTTI )che per la discussione partiva kilomboslow e che il banner era "lesivo per qualcuno" bon, mi è sembrato stupido togliere un momento di discussione e una "sfida" perhcè sta sicuro che altri avrebbero proposto i loro a giro (e kilombo prendeva un minimo di vita di gruppo)
Io ks non l'avevo nemmeno nominato.
non lo dovevo fare partire io e il post non sarebbe stato di certo il mio. (che discuto per darmi ragione? Io speravo fosse di qualche moderatissimo)
Per il post scordatevelo, io con KS messo su in questo modo, non ho intenzione di entrarci.
Io da redattrice e dopo, resto perennemente dalla parte del collettivo tutto e non iin base a "fazioni" (e mi pare sia stato dimostrato più volte)
La mancata comunicazione era quello che hho lanciato io all'inizio, quando poi arrivano risposte contraddittroie per finire ad una mail come questa che leggi, con distinzioni fra kilombisti, scusa ma non è per me.
per niente.
besos rojos
ladytux

ladytux ha detto...

@valerio..o si fa la raccolta firme per l'emendamento (tu non puoi sei in redazione, taci!) o sono problemi loro per quanto mi riguarda.
Fare un altro Ks sarebbe irrispettoso per i kilombisti tutti, sarebbe confusionario per i kilombisti nuovi.
Se voglio fare una redazione nuova vado da un altra parte, sono i principi adottati e di sfanculamento della gente di kilombo che non mi piacciono

che palle un redattore della margherita e pure cacacazzi!! uffffff :D
besos ROSSI!!!
me dovro' pure vendicà no?

abdel...no, la ML era "privata".
E chi c'era per caso (io) è stata depennata come leggi dalla mail.
forse ero troppo di sinistra, non lo so.

besos rojos
ladytux

beffatotale ha detto...

@lady ok, non avevo capito bene sta storia del banner e del 20.
Resto comunque convinto che non si sia voluto far nascere per una fazione, ma quando leggo "facciamo anche noi il nostro" penso che non ne usciamo piu'. Quando si comincia con il nostro e il loro e' finita.

falecius ha detto...

Quoto beffatotale.
Valé, Kilombo slow non appartiene a chi era nella ML ma al collettivo. Se a te non ti interessa, come mi era sembrato di capire dal tuo post in materia, pace e bene, nel senso che non sei costretto ad aderire. In Kilombo fast non cmabia una virgola, per ora. Fare due Kilombo Slow mi sembra il modo migliore per spaccare definitivamente l'aggregatore. Mi sembra, dico. Non mi piacciono le barricate.

Azzo, devo star zitto adesso che sto in redazione pure io! Ok, Valé, ci si scanna di là. :))

ladytux ha detto...

@falecius e valerio!!! Fermi.
visto che state qua, vi impegnate a comunicare le novità e i cambiamenti di programma redazionali al collettivo?
(e due beccati)

per kilomboslow2, già detto che non mi pare proprio il caso.
@Beffa,te lo devo giurare su Berlinguer che io ho iniziato a fare domande solo per capire? Io non ho nulla contro nessuno di quelli scritti in Ks.Solo che sul manifesto c'è scritto una cosa, loro ne dicono un'altra se fai tre domande s'inalberano...a me il dubbio ci fosse qualcosa di poco chiaro m'è venuto ed ho continuato a chiedere.
Da li' ad arrivare alla mail con commenti poco felici ed arroganti su altri kilombisti.
(nonchè ai toni che si stanno usando su ks...ormai è il loro, punto)
Ma non è nemmeno questo, farmi prendere per il culo con "la redazione non c'entra" quando continuano a venir fuori nei discorsi che tizio ha scritto a caio che caio s'è incazzato eccecc (su ks) e che con ks non si fa politica...rileggi un po' la mail...
non ci sto e non mi piace (il metodo e i fatti)
sono in minoranza? bene, me la prendo in saccoccia...ma continua a non piacermi. devo di' una balla?
besos rojos
ladytux

capelli ha detto...

Io pagherei per essere considerato un barricadero... ;-)

beffatotale ha detto...

Bello il giuramento su Berlinguer! A questo punto ci credo! (ma gia' ci credevo prima). Penso pero' che non sara' poi tutto cosi' terribile come sembra da tutto sto polverone, ma vediamo.

falecius ha detto...

"ormai è il loro, punto"
Non esiste. per quanto mi riguarda, o è di Kilombo o non è.
"visto che state qua, vi impegnate a comunicare le novità e i cambiamenti di programma redazionali al collettivo?"
Mi sembra giustissimo. Vorrei prima capirci un attimo qualcosa, ok? E te lo ripeto a te a chi legge, non ho tanto tempo. Ma non è un no, è un "sì, aspetta un secondo, che non sei l'unica a non avere chiaro tutto".

ladytux ha detto...

@beffa..io non avendo figli, o berlinguer o pci... e pesa come giuramento. :)
@flaecius...non intendevo su Kilombo slow, se vi impegnate in generale a mandarci una mailina a tutti con le cose che non interessano a nessuno, che so, redattori che vanno via, proposte, decisioni sulle proposte per kilombo.
besos rojos ladytux

ladytux ha detto...

@capelli..tu? n'antropo'?? Io invece non sapevo di esserlo e sicuramente non credevo lo fosse Pieroni! (a me i compagni mi chiamano o "binetti" o "S.Francesco"...per cui..)
(non v'azzardate!)
besos rojos
ladytux

falecius ha detto...

"non intendevo su Kilombo slow"

Nemmeno io. Dicevo di capire qualcosa di come funzia in redazione, per comunicazioni interne, mail, mailing list e quant'altro... perché ancora non so niente, solo quello. In generale, come hai letto da me, vorrei che le comunicazioni siano migliorate, tra redazione e collettivo, visto che si è trattato di una parte rilevante del problema. Quindi, sì.