sabato, maggio 26, 2007

1/5 degli immobili in Italia è di proprietà della chiesa

Riporto perchè credo sia "sacrosanto" diffondere queste cose, da qui

Sconvolgente, talmente tanto che nessuno ne vuole parlare. Solo da Santoro una settimana fa un piccolo accenno grazie all’intervento di Staderini:

Quattrocento istituti di suore, 300 parrocchie, 250 scuole cattoliche, 200 chiese non parrocchiali, 200 case generalizie, 90 istituti religiosi, 65 case di cura, 50 missioni, 43 collegi, 30 monasteri, 20 case di riposo, altrettanti seminari, 18 ospedali, 16 conventi, 13 oratori, 10 confraternite, sei ospizi.
Sono quasi 2 mila gli enti religiosi residenti nella Capitale, e risultano proprietari di circa 20 mila terreni e fabbricati, suddivisi tra città e provincia. Un quarto di Roma, a spanne, è della Curia.

Per chi ha fegato c’è l’inchiesta completa pubblicata su Il Mondo l’11 Maggio, dove si evince che circa il 20% degli immobili in Italia sono di proprietà del Vaticano! (qui)
Inoltre un’inchiesta di Panorama-Economy finalmente parla degli sfratti ordinati dalla Curia per ragioni speculative: (qui)

dal maggio di due anni fa ha deciso di fare la “svolta manageriale”. Cioè di sfrattare senza guardare in faccia nessuno, vecchi, vedove, famiglie della borghesia impoveritasi con l’euro e innumerevoli altri soggetti titolari di contratti d’affitto

Il tutto, è bene ricordarlo, senza pagare l’ICI nemmeno sugli alberghi e pagando il 50% in meno di tasse sull’IRES.
Almeno so chi è d’accordo nell’applicazione di tali privilegi: ricordate quando la Chiesa vinse con 435 voti a favore e 29 contrari in parlamento? (qui)

fate uso del filtro e guardate del VOSTRO partito chi ha votato a favore....
magari segnateveli, per la prossima tornata eh?

e nuovissima...
(ANSA)-ROMA,26 MAG- Circa 200 esponenti di Action,Asia-Rdb e Comitato
lotta per il centro storico hanno occupato la navata centrale di S.Giovanni in Laterano a Roma. I manifestanti hanno portato anche degli striscioni, su uno c'e' scritto:'Governo Prodi a Firenze parla di famiglia a Roma le sgombera e le sfratta'.I manifestanti hanno voluto occupare S.Giovanni in Laterano poiche' proprio in questa piazza si e' svolto il Family Day e 'perche' il Vaticano continua a sfrattare le famiglie romane per fare bed & breakfast'.

besos rojos
ladytux

2 commenti:

Francesco ha detto...

Ciao, grazie per il link e per aver postato questa news che in pochi ancora conoscono così da farsi un'idea se sia giusto o meno il protezionismo del nostro stato sulle strutture di prioprietà di un altro Stato.
Francesco
www.fdambrosio.net

<--ste--> ha detto...

Che bello!! Praticamente la chiesa è la più grossa immobiliare d'italia...ed opera a condizioni agevolate...CHE SCHIFO. cito da UAAR: Nell’ambito del Decreto Fiscale collegato alla Legge Finanziaria 2006, il Parlamento ha introdotto l’esenzione ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) per gli immobili adibiti a scopi commerciali per la Chiesa (ulteriormente estesa alle associazioni no-profit). Secondo stime dell’ANCI, il provvedimento avrebbe comportato minori entrate per i Comuni nell’ordine di 700 milioni di Euro. Il d.l. 223 del 4 luglio 2006 ha successivamente eliminato tale esenzione. La sua formulazione («Attività di natura esclusivamente commerciale»), tuttavia, di fatto vanifica il provvedimento e mantiene in vigore tale privilegio: è infatti sufficiente che all’interno dell’immobile destinato ad attività commerciale si mantenga una piccola struttura destinata ad attività religiose.
Un saluto e grazie per essere passata da noi!!