sabato, aprile 14, 2007

maratona blog

La nostra Samie ha intrapreso una battaglia che io ho intenzione di appoggiare (anche se per problemi tecnici si è in ritardo...mea culpa)

ma invito tutti da oggi ugualmente a inserire lo stesso post sul vostro blog
potete seguire sia l'iniziativa sia il bell'esempio che arriva da destra qui
martedì, aprile 10, 2007

Questa mattina, ho inviato questa mail alla segreteria particolare delle seguenti ministre sperando si possa ottenere una restrizione riguardo all’entrata dei minori alla fiera Exa di Brescia. Ho condiviso la stesura del testo con l’amica Ruminantepensiero che ha provveduto a spedire la stessa mail alle ministre. Spero possiate farlo anche voi! Grazie J

Giovanna Melandri,

ministro delle Politiche Giovanili

e Attività sportive

Barbara Pollastrini,

ministro Diritti e Pari Opportunità

Rosy Bindi,

ministro per la famiglia

Le scrivo per sottoporLe un problema che richiede un intervento tanto tempestivo quanto deciso. Confido nella Sua sensibilità di donna e ministro e nel Suo interessamento ed appoggio.

Tra il 14 e il 17 aprile si terrà a Brescia EXA, la ventitreesima edizione della “Fiera internazionale delle armi sportive, security e outdoor”, promossa e sponsorizzata dalla Fabbrica d’armi Pietro Beretta S.p.A.

Un vasto pubblico visiterà gli stand della fiera. Donne e uomini di ogni età potranno impugnare un’arma, soppesarla, prendere la mira, sparare verso un invisibile bersaglio; potranno, inoltre, acquistare armi leggere e di piccolo taglio (rivoltelle e pistole a carica automatica, fucili, fucili mitragliatori, fucili d’assalto e mitragliatrici leggere) come si trattasse di un qualsiasi altro prodotto commerciale. Ma non è tutto. La fiera consente l’ingresso ai minori. A dire il vero, è l’unica fiera del settore a permettere l’ingresso ai minori.

Lo trovo inaudito e chiedo il Suo intervento affinché si applichi una restrizione in tal senso. Da insegnante, da madre, da cittadina che crede nei valori della pace e del rispetto tra le persone e i popoli, educo alla non violenza, alla potenza della parola rispetto a quella delle armi. Insegno a mio figlio/a il rispetto verso le persone e le cose, non è accettabile che questi ragazzi accedano ad una fiera delle armi, vendute come fosse pane!

Le nuove generazioni sono il futuro del mondo, sono il nostro futuro . Se vogliamo che questo futuro veda l'equilibrio e la comprensione tra i popoli, veda nascere l'accettazione dell'alterità come valore aggiunto di ogni società, non possiamo permettere che il commercio delle armi diventi qualcosa di quotidiano e "normale". La "normalità" che insegno ai nostri ragazzi è quella della vita, una vita faticosa magari, ma onesta e leale e rispettosa dei valori, nella quale le armi sono solo una soluzione arbitraria, unilaterale ed anche vigliacca.

Sicura del suo interessamento, cordialmente La saluto.

Indirizzi a cui inviare la mail:

Melandri

segreteria.pagas@governo.it

Pollastrini

a.ferrario@palazzochigi.it

m.primiani@palazzochigi.it

m.ciarnelli@palazzochigi.it

Bindi

m.acciarini@palazzochigi.it

m.vantaggiato@palazzochigi.it

m.sabotino@palazzochigi.it

15 commenti:

filomeno ha detto...

la giro in ML

ciao

Spartacus Quirinus ha detto...

Bentornata, mi era mancato il solito cappuccino mattutino...;-)
Ho pubblicato il post.

Anonimo ha detto...

“Il Punto Interrogativo è il simbolo del Bene, così come quello Esclamativo è il simbolo del Male.
Quando sulla strada vi imbattete nei Punti Interrogativi, nei sacerdoti del Dubbio, allora andate sicuro che sono tutte brave persone, quasi sempre tolleranti, disponibili e democratiche.
Quando invece incontrate i Punti Esclamativi, i paladini delle Grandi Certezze, i puri della Fede incrollabile, allora mettetevi paura perché la Fede molto spesso si trasforma in violenza.
E badate bene che io qui non sto parlando solo di Fede religiosa ma anche di Fede politica e di Fede sportiva, di qualsiasi tipo di Fede insomma.
Gli integralisti islamici, i tifosi di calcio, i brigatisti neri o rossi, appartengono tutti alla stessa razza, quella che ritiene di essere la sola a possedere la VERITA’, come se poi potesse esistere davvero una Verità unica ed incontrovertibile.
Il Dubbio invece è una divinità discreta, è un amico che bussa con gentilezza alla vostra porta.
Il Dubbio espone con calma le sue idee ed è pronto a cambiarle radicalmente non appena qualcuno gli dimostrerà che sono sbagliate.”

(Luciano De Crescenzo – “Il dubbio” – Arnoldo Mondatori Editore – Collana Passepartout)

adeangeli@fastwebnet.it

capelli ha detto...

ma hai visto che polemica si è scatenata per questa mail? Sono insorti tutti gli appassionati di armi d' Italia.....e il tutto perchè noi si cerca di lottare contro la "cultura della pistola".....

ladytux ha detto...

@Capelli, si ho visto e più si scatenano e più mi pare corretto dire la nostra.
Se si preferisce la cultura della (o del :)) "pistola", vuol dire che l'altra cultura non li ha nemmeno sfiorati.
besos:)
ladytux

samie ha detto...

Grazie Lady. Credo sia importante discutere su questo argomento perché, in realtà, essere schierati su due fronti separati da un muro non serve proprio ai fini di un dibattito più ampio. sai l'aggressione che sto vivendo, lo stato d'assedio dei miei blog...non mi inducono a rinunciare, ma sicuramente ad andarci più cauta. Come ti ho detto nella mail...preferisco vivere...ci aggiungo secondo i miei principi e valori. Vederli metttere così pesantemente in discussione non è assolutamente facile :-)

ladytux ha detto...

@samie...ed infatti ora hanno un po' più blog da occupare..famoli stancà.
tu riposati che li aspetto io.
mandameli.
besos ;)

Anonimo ha detto...

- Un vasto pubblico visiterà gli stand della fiera. Donne e uomini di ogni età potranno impugnare un’arma, soppesarla, prendere la mira, sparare verso un invisibile bersaglio; potranno, inoltre, acquistare armi leggere e di piccolo taglio (rivoltelle e pistole a carica automatica, fucili, fucili mitragliatori, fucili d’assalto e mitragliatrici leggere) come si trattasse di un qualsiasi altro prodotto commerciale. - Che tristezza.... E non permettetevi di parlare dell'altra cultura ... che neanche ci ha sfiorati. Pensate prima alla vostra, e magari riuscirete a parlare di argomenti che non conoscete, dopo esservi davvero informati, e senza prevaricare gli altri che non la pensano come voi. E ancora la samie insiste che non ha scritto falsità..... e neanche si sogna di ammettere ciò che è scritto ed evidente a tutti.
Alla faccia del dialogo costruttivo e del rispetto .

Anonimo ha detto...

Scusate sono Fantax, non avevo messo il mio nick.

ladytux ha detto...

@Fantax, scusa, ma anche volendo ipotizzare (per la mia idea no, pero' siamo in democrazia) che sia tanto carino e divertente comperare un arma, che ci trovate di cosi' assurdo nel chiedere che i minori non si facciano entrare? ad Erotica, niente di male..ma tu tuo figlio ce lo porteresti?
Non è stato mica chiesto di chiudere la fiera. solo di non far entrare i minori...e se quelli della fiera fossero solo un po' furbi piazzavano un babyparking all'entrata con gli animatori.Cosi' che i bambini giocassero con altro.
Parliamone.

ladytux ha detto...

@fantax, sull'altra cultura...(scusa mi era sfuggito il passaggio) parlo di quelli che se trovano un post che non va a genio entrano e insultano senza argomentare. O partono con le minacce.
ladytux

theobserver ha detto...

E continuano...nonostante io abbia postato un video inequivocabile sulla fiera...ehhh...so' ragazzi ;-D

ladytux ha detto...

@The Observer... vabbè mica ti puoi fare il sangue amaro per chi entra e parla o ciancia a priori. ;)
besos :)
ladytux

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie